Le associazioni di Pantelleria: le vere gambe dell’isola. Ecco cosa hanno fatto

associazioni

Avevamo più volte fatto presente sul nostro blog la condizione dei parco giochi sull’isola di Pantelleria(leggi questo articolo: dateci il diritto al gioco). Fortunatamente negli ultimi anni diverse associazioni locali hanno preso a cuore la questione restituendo alla comunità e soprattutto ai più piccoli degli spazi per poter trascorre in sicurezza le proprie ore di gioco.
Facciamo un piccolo excursus:

  • Da ben due anni ha preso vita e si è affermata sempre più l’associazione Dai giochiamo, che per due anni consecutivi in occasione delle festività natalizie è riuscita ad organizzare 10 giorni di puro divertimento per i più piccoli all’interno della tensostruttura della scuola media con tanto di gonfiabili e animatori.
  • Appena un ‘anno fa è stato inaugurato il parco giochi intitolato al giovane Manuel Belvisi in contrada Scauri grazie alla determinazione degli stessi genitori della contrada, che hanno letteralmente costruito il parco giochi per i bambini del luogo.
  • E’ di appena un mese fà la notizia della riapertura del cosiddetto “campetto dei carabinieri” ad opera della società A.S.D. Grazia, che con grande forza di volontà ha restituito tale spazio,ormai da anni in disuso, ai giovani calciatori dell’isola. Leggi qui
  • La nuova associazione Orizzonti Panteschi appena ieri ci ha dato notizia del calendario delle attività promosse durante la stagione estiva: il ricavato da tali eventi sarà totalmente destinato per la costruzione di un parco giochi sull’isola. leggi qui
  • L’associazione Barbacane di Pantelleria, presieduta da Giuseppe Maccotta proprio in questi giorni ha riconsegnato ai bambini della contrada Sibà il parco giochi abbandonato da anni. Il tutto senza chiedere alcun aiuto economico. I  soci dell’associazione con grande spirito di volontariato per giorni si sono dedicati interamente alla pulizia e alla messa in sicurezza del luogo. Finalmente, dopo anni, anche i piccoli bambini di Sibà potranno avere uno spazio tutto per loro.

A fronte di tutto ciò devo dire che ha proprio ragione lo scrittore Vincenzo Spatafora nel suo libro La terza Italia,(leggi qui) quando scrive che le vere forze dell’Italia sono proprio le associazioni di volontariato, le quali in molti luoghi si sostituiscono persino alle istituzioni.
Le vere gambe dell’isola di Pantelleria sono proprio queste associazioni locali che con grande spirito di sacrificio, senza chiedere alcun compenso in cambio, giorno per giorno cercano di migliorare la splendida isola in cui viviamo.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *