Buone notizie per gli studenti dell’istituto superiore V. Almanza?

scuola

 

Di Angelo Casano

 

scuolaIeri il presidente del consiglio Matteo Renzi ha postato queste parole su twitter: “Questa è una settimana molto importante per la scuola. Abbiamo sbloccato il patto di stabilità, così possiamo procedere ad utilizzare i 3 miliardi e mezzo di lavori. Entro venerdì risponderemo a tutti i sindaci, che ci hanno inviato i progetti e poi il via ai cantieri.”

L’amministrazione comunale, a seguito delle vicende dei mesi scorsi, che hanno portato gli studenti dell’istituto superiore a sottoporsi ai doppi turni pomeridiani, aveva inviato la richiesta di finanziamento per l’istituto V. Almanza. In tale occasione anche L’ A.ge. associazione dei genitori di Pantelleria aveva inviato una lettera al premier.

Ecco il comunicato stampa:

EDILIZIA SCOLASTICA: IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, MATTEO RENZI, RISPONDE AL SINDACO.

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, on. Matteo Renzi, risponde al sindaco di Pantelleria relativamente alla richiesta avanzata sul finanziamento per la Scuola Superiore, con una lettera datata 15 maggio 2014.
“Grazie per aver risposto al mio appello di qualche settimana fa sul tema dell’edilizia scolastica – scrive il Presidente del Consiglio – Insieme a te altri 4400 primi cittadini hanno segnalato le priorità di intervento sulle strutture scolastiche del territorio. A tutti voi presenteremo una proposta di soluzione personalizzata, predisposta sulla base del bilancio del Comune, per realizzare al più presto l’intervento che avete ipotizzato. Abbiamo liberato risorse e spazio di patto di stabilità. Dunque possiamo partire.” La lettera continua poi con la richiesta di ulteriori informazioni tecniche ed economiche sul progetto presentato, da far pervenire al governo entro il prossimo 23 maggio. Il sindaco, Salvatore Gino Gabriele, ha quindi dato agli uffici le disposizioni necessario e ha dichiarato: “Il Comune di Pantelleria è un Comune virtuoso, siamo pronti a fare la nostra parte fino in fondo, i conti sono in ordine ed il Patto di stabilità è rispettato. Siamo perfettamente in grado di contrarre gli eventuali mutui necessari all’operazione.”
Il premier aveva annunciato che saranno avviati interventi per più di due miliardi di euro con l’avvio di 7.000 nuovi cantieri. Le risorse verranno trovate in parte con lo sblocco del Patto di stabilità e in parte con la riprogrammazione delle risorse 2007/2013. Gli interventi che verranno avviati dal 2015 saranno invece realizzati in parte con l’attivazione di mutui e in parte con la nuova programmazione dei Fondi di Sviluppo e Coesione 2014-2020. Saranno anche disponibili i Fondi immobiliari destinati alla scuola in Partenariato pubblico-privato con risorse pubbliche già stanziate.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *