“La casa dei Silenzi” con Gianni Bernardo: un racconto dell’anima| Angelo Casano

image

Di Angelo Casano

 

La casa dei silenzi è il titolo dello spettacolo Di Gianni Bernardo, proposto durante la rassegna teatrale “Tutti in scena” di cui lo stesso Gianni Bernardo ne è stato l’ideatore.

“La Casa dei silenzi”, opera tratta da “l’uomo dal fiore in bocca” di Luigi Pirandello, non “sbanca” al cineteatro di Scauri. Nelle due sere l’affluenza è stata di 200 persone circa. Un’opera sicuramente diversa dalle solite commedie proposte sull’isola: è  quasi un racconto dell’anima. Porta con se la magia e nello stesso tempo la malinconia dei ricordi. Quei ricordi che fanno da filo conduttore tra il protagonista dell’opera, un signore sulla sessantina, e la sua casa, i suoi amici e la moglie. La malattia che sopravanza, la solitudine, fanno solo da sfondo a quella che è la poesia che si respira durante l’intero monologo. L’uomo è malato di tumore, destinato ad una morte certa. Questa sua situazione lo spinge a indagare sul mistero della vita e a tentare di penetrarne l’essenza. Per chi, come lui, sa che la morte è vicina, tutti i particolari e le cose, insignificanti agli occhi altrui, assumono un valore e una collocazione diversa: persino un ennesimo bicchierino di passito e una comune “cassateddra” assumono in quel contesto un nuovo significato. Spera di rivedere l’amico, lo aspetta, immagina persino bussare alla porta, ma quando andrà ad aprire, non ci sarà nessuno ad attenderlo. Il protagonista come Vladimiro ed Estragone, o se preferite Gogo e Didi  di Beckett, aspetta il suo di Godot, Questa volta “Godot” ritorna, ma è troppo tardi: Il sipario è calato, il vecchio cineteatro abbandonato di Scauri inizia a svuotarsi, l’uomo dal fiore in bocca è gia andato via! I due per un solo istante, un solo momento, per un singolo secondo, non si rincontreranno mai più.

Entusiasti i giovani della scuola superiore, che in ben duecento, hanno riempito l’intero cineteatro di Scauri nella mattina del 28 Aprile. Portare Un Pirandello in scena all’interno di una scuola e far innamorare i giovani studenti è sicuramente un merito. Questo va a Gianni Bernardo che ancora una volta ha saputo emozionare il suo pubblico.

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *