Chi sa Parli!

chi sa parli

Bene, avete tutti pubblicato foto, video, stati, articoli, pensieri, parole, opere ed omissioni ma lo avevate fatto anche per l’incendio precedente e per quello prima ancora e per quello prima di quello prima ancora e solo il fatto che ne stiamo qui parlare, significa che non abbiamo fatto niente per rimediare.
Perché non è con articoli poetici in cui si esalta la tristezza e lo sgomento o con fotografie artistiche pubblicate su facebook che si cambiano le cose. Ci vogliono i fatti.

Io voglio vedere la gente supplicare in piazza di essere perdonata. Sono stanca di sentirmi dire “sì ma tanto loro lo sanno chi è stato”.  In un’isola che conta meno di 8000 abitanti è impossibile che nessuno sappia, nessuno abbia visto, nessuno voglia dire, nessuno parli, nessuno ascolti. Volete fare delle indagini, un censimento della popolazione per sapere dove era ogni abitante ieri sera, fatelo! Basta che non vi limitiate a pubblicare foto su facebook.

Io so che ieri ero in Francia, mia sorella a Padova e i miei genitori al saggio di danza quindi noi non siamo stati. Ora, per piacere, chiedete anche voi a chi vi sta di fianco “e tu dov’eri?” e se la risposta non vi convince, indagate e denunciate. Se non siete parte della soluzione, siete parte del problema e non meritate Pantelleria.

Samuela Guida

Condividi: