I giovani e la politica | Bartolo Spina

bandiera_italiana

Politica: la prima definizione risale ad  Aristotele ed è legata al termine “polis” città, comunità dei cittadini; Politica significava amministrare la polis per il bene di tutti, ma per altri era ed è solo aspirazione al potere e monopolio legittimo dell’uso della forza.  La Politica allo stato attuale per molti di noi appare come un “parassita” della società . In realtà questa determina la nostra vita quotidiana dalle cose più banali a quelle più complicate che facciamo ed affrontiamo. Qualche anno fa iniziai a capire come la politica potesse incidere cosi tanto su noi tutti, ma ciò che oggi mi lascia un po’ perplesso è la forte diffidenza da parte di noi giovani nei suoi confronti. È vero, chi ne fa parte ci esclude perché ritiene che siamo privi di esperienza, ma è pur vero che in molti di noi è cresciuta la sfiducia e la conseguente crisi di partecipazione a questa importante istituzione, vediamo tutto nero e senza speranza. Ma perché??? Forse perché abbiamo ricevuto solo incertezze,pochi progetti per il nostro futuro, perché siamo poco spronati e assistiamo quasi sempre a giochi di potere, opportunismo.   Molti vedono la politica come una cosa che non gli appartiene e che non va vissuta attivamente e non da ultimo la società non è stata sempre pronta ad ascoltare le nostre idee, esigenze. Ma proviamo a vedere anche gli aspetti positivi: politica significa impegnarsi per la collettività e trovare soddisfazione nel risolvere i problemi che persistono in essa, avere la consapevolezza di come funziona la gestione della cosa pubblica e può diventare per noi modo di scambio di idee, tradizioni e cultura. Non dobbiamo rimanere in disparte, bisogna reagire e cercare di cambiare quello che non approviamo  e soprattutto andare avanti restando fedeli ai nostri valori e ideali. Dopotutto saremo noi la società del futuro.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *