Inaugurata la mostra Zabib. Foto

  • Inaugurata la mostra Zabib. Foto
  • Inaugurata la mostra Zabib. Foto
  • Inaugurata la mostra Zabib. Foto
  • Inaugurata la mostra Zabib. Foto
  • Inaugurata la mostra Zabib. Foto
  • Inaugurata la mostra Zabib. Foto

Da ieri pomeriggio sarà possibile visitare la mostra dal titolo Zabib presso il castello dell’isola di Pantelleria. Centinaia di persone hanno affollato la sala conferenza del castello per ammirare la prima mostra collettiva organizzata dai giovani di Agorà e coordinata dalla giovane Martina Minardi.
Tutte le opere presentate dagli undici artisti presenti ruotano intorno alla vite ad alberello, recentemente insignita del riconoscimento Unesco.

“Abbiamo voluto omaggiare- dichiara la coordinatrice della mostra Martina Minardi- la vite ad alberello con questa nostra nuova mostra collettiva. Gli artisti qui presenti Alice Bernardo, Giovanna Lentini, Clara Greco, Fulvio Di Gloria, Annah Huerta, Stefano Maccotta, Marco Valenza, Valentina Salerno, Daniela Patanè, Margherita Borin hanno cercato con le loro opere di dare risalto alla vite ad alberello, veicolando con il linguaggio dell’arte un tema, quello dell’agricoltura, così importante per il rilancio dell’isola di Pantelleria“.

“Oggi a Pantelleria- dichiara Angelo Casano- sono state inaugurate due mostre. Quella della Salerniana promossa dagli amici di Preziosa Pantelleria e dal Maestro Cossyro certamente di grande spessore e dal grande valore culturale, che accende una luce su Pantelleria. Questa sulla vite ad alberello promossa da giovani che si riuniscono intorno all’arte per cercare di dare un contributo alla crescita sociale e culturale dell’isola.
In questo- continua il vice presidente dell’associazione Agorà- rilevo un gran fermento e una grande vivacità culturale nell’isola”.

Tra gli artisti presenti anche Filippo Panseca che in occasione dell’inaugurazione della mostra ha donato ai giovani dell’isola due stampe sulla vite ad alberello, che saranno esposte insieme alle altre opere.
In serata Filippo Panseca insieme al critico d’arte Valentino Catricalà e al gallerista Adalberto Catanzaro ha presentato la sua monografia “L’arte segna il tempo, il tempo segna l’arte” dinanzi ad un attento pubblico

La mostra rimarrà aperta sino al 21 Agosto. 


.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *