La CITTADELLA SBARCA IN C2

20130518-163937.jpg

Il presidente Dario Tatania prima della partita: << E’ la partita più importante della stagione e sono sicuro che sarà anche la più bella”

Si è appena conclusa la partita più importante della stagione al campo di Kamma che ha visto una grandiosa Cittadella capitanata da Rosario D’Amico. Ore 15 in punto l’arbitro da il fischio d’inizio. Le emozioni sono tante, la partita sancirà chi salirà sul gradino più alto, chi invece rimarrà alla soglia della vittoria. Numerosi i tifosi accorsi al campo, per sostenere ancora una volta la propria squadra. Persino gli amici di Radio Out, che ci delizieranno con una cronaca della partita in diretta. Si inizia. Cittadella in campo con Tatania, Luis Cinà, Policardo e il solito Gaetano tra i pali. Come spesso è avvenuto nel corso della stagione, la Cittadella passa in svantaggio a pochi minuti del calcio d’inizio. Il gol serve a risvegliare gli animi, 1-1 con il solito Tatania, che pochi minuti più tardi sigla il gol del 2 a 1. Cittadella in vantaggio e padrona del campo. La palla rimane incollata ai nostri giocatori per il resto del primo tempo. Luis trova un grandissimo gol del 3 a 1. Bisogna mantenere alta l’attenzione perché gli avversari hanno buoni piedi e grandi geometrie. Entra Jonathan e Policardo dopo una grandissima azione si ripete, come la scorsa domenica e sigla il gol del 4 a 1. Punizione al limite dell’area per gli avversari. Paride Pulizzi in telecronaca commenta così:” un rigore con la barriera”. Tiro preciso ma Gaetano risponde con una grande parata ma non può farci niente sulla ribattuta e la rete si gonfia con una colpevole difesa. Un minuto più tardi Cinà tocca in area la palla con le mani e rigore per gli avversari. Gaetano sorprende tutti con una strepitosa parata con le punta delle dita. Risultato per il 4 a 2 e squadre negli spogliatoi. Si riparte, la Cittadella si rilassa e gli avversari trovano il gol del 4 a 3. Avversari in avanti e Cittadella costretta sulla difesa, abile nelle ripartenze. E proprio grazie ai grandi contropiedi la Cittadella sigla prima con Cina il gol del 5 a 3, poi con il solito splendido Policardo, dopo un’azione fotocopia che ha portato precedentemente Cinà al gol, il 6 a 3. Entra Simone Petrillo, il giocatore più giovane del campionato e subito ci prova con un tiro dalla distanza che finisce di poco al lato. Passano appena 30 secondi e Cinà trova uno splendido assist per il puntuale inserimento di Policardo. 7 a 3 è partita quasi chiusa. Sugli Spalti i tifosi già intonano canzoni di vittoria:” la serie C2 è sempre più vicina”. “GOL GOL GOL GOL GOL”- così commentano i telecronisti di Radio out per il gol del solito Cinà, neo acquisto della società che porta il risultato sull’8 a 3. Entra anche il Gattuso della Cittadella, Cicco, che ha riposato nell’ultima partita giocata a Ficarazzi. Lo Scimone accorcia le distanze con un gol Fantasma ma la Cittadella non protesta. Cicco si fa sentire con un potente tiro da fuori area che finisce al lato e Tatania sbaglia l’occasione più nitida della partita in un altro contropiede, al fine del quale prende anche una inspiegabile ammonizione per simulazione. Si fa perdonare pochi secondi più tardi con un gran gol dopo che Cicco vince di forza un contrasto e offre a Tatania un bell’assist. Gol del 9 a 4 e espulsione del capitano dello Scimone per proteste dalla panchina. E’ il capitano D’amico a chiudere definitivamente la partita col gol del 10 a 4. Entra in campo anche Lollo. La Cittadella gioca con i più giovani: Lollo e Petrillo. I ritmi sono sfrenati, la Cittadella è bravissima nelle ripartenze ma Petrillo dopo un palo degli avversari sbaglia il gol solo davanti al portiere. L’arbitro fischia. Risultato netto Cittadella 10 Scimone 4. Pantelleria realizza il proprio sogno : La Cittadella da oggi è in serie C2.

Commento: Angelo Casano | Foto: Eva Casano, Marco Cirinesi

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *