LA CITTADELLA: UNA BELLA REALTA’ DI PANTELLERIA

Bella serata quella di ieri organizzata dalla F.C. Cittadella per festeggiare insieme ai suoi tifosi e sostenitori la chiusura del campionato di calcio a 5 di serie D della provincia di Trapani. Bella serata tra amici, brindisi, calciatori e tifosi. Sono stati presentati i due nuovi acquisti della società Jonathan Guida e Maurizio Cinà che vanno rinforzare  la rosa già forte che quest’anno ha ottenuto il secondo posto su 12 squadre. Attraverso dei video ben fatti, sono state ripercorse le tappe di questa “folle” esperienza che ha visto la cittadella espugnare molte squadre con tenacia forza e unione. “E’ una grande famiglia- ci racconta Luis Brignone- dove ognuno di noi si aiuta a vicenda sia dentro che fuori il campo”. Dopo un lungo pomeriggio a scherzare, brindare e lodare questa nuova realtà pantesca, sulle note della canzone  “We are the Champions” salutiamo i nostri piccoli campioni locali augurandogli un gran bocca in lupo.

Abbiamo intervistato il presidente dell’F.C Cittadella Dario Tatania ieri sera in occasione dell’aperitivo offerto dalla società stessa presso il Kohoutek.

Raccontaci un po’ la vostra esperienza:

Siamo circa 35 giocatori e 100 associati. Abbiamo appena concluso il campionato regionale della Figc serie D calcio a 5 della provincia di Trapani, classificandoci come secondi su 12 squadre e adesso ci aspettano i play-off. Il secondo posto ottenuto sul campo, permetterà ai giovani panteschi  di affrontare uno scontro diretto in casa. Se passano il turno, affronteranno un secondo incontro diretto sempre in casa, per arrivare alla finale con la squadra vincente della provincia di Palermo.

Come vi siete sostenuti economicamente durante quest’anno?

Abbiamo avuto qualche sponsor da qualche attività commerciale locale, ma soprattutto autofinanziandoci. E’ stato un gran dispendio economico per tutti noi giocatori, ma ne è valsa la pena sia per noi stessi, sia per i nostri tifosi che ci hanno seguito e sostenuto sin dall’inizio di questa “folle” avventura.

I viaggi in aereo, andata e ritorno?

Li abbiamo sostenuti  volta per volta noi giocatori e abbiamo usufruito alcune volte dei fondi donatici dagli sponsor per pagare qualche biglietto aereo a seconda della disponibilità economica dei nostri giocatori. Alcuni sono solo studenti e quindi è chiaro che cerchiamo di gravare il meno possibile sui fondi economici delle famiglie.

Una bella esperienza per Pantelleria da proseguire nel futuro.

Sicuramente, anche per aiutare a superare  questa crisi sociale che c’è sull’isola. Anzi sarei contento se il nostro esempio fosse seguito da altre realtà: da altre società sportive non esclusivamente calcistiche. Dovremmo iniziare a guardare lo sport non solo come un’attività agonistica, ma anche come momento di crescita e di socializzazione per il giovane.

Che ti aspetteresti da un’amministrazione comunale?

Spererei che vi sia una svolta, un cambio di direzione perché la politica locale negli ultimi trent’anni ha solo distrutto e non ha creato nulla. Spererei in una amministrazione attenta che guardi al mondo dello sport con favore. Alle società pantesche servono strutture adeguate sicure ed efficienti per permettere un maggiore incremento dello sport sull’isola. Vorrei che fosse il comune a contattare d’ora in poi società come la cittadella, la Grazia o l’associazione di Motocross, Agorà belle realtà gestite da soli giovani che dovrebbero essere valorizzate da un’amministrazione comunale.

 Non ci rimane che  augurare un gran bocca al lupo a questa bella realtà pantesca…. Forza F.C. Cittadella!

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *