La mia idea in comune: Il progetto dei giovani di Agorà selezionato fra i migliori.

comitato

Cari amici ed amiche,
abbiamo ricevuto una splendida notizia che vorremmo condividere con tutti voi, che continuate a seguirci e a sostenerci nelle nostre attività.

Come vi avevamo già preannunciato in un precedente articolo, l’unione degli assessorati Sicilia nei mesi scorsi aveva lanciato un concorso dal titolo “La mia idea in comune”.Grazie all’assessorato alle politiche giovanili del comune di Pantelleria, che ci ha informato dell’iniziativa, l’associazione culturale giovanile Agorà ha partecipato con un proprio progetto dal titolo ” Dalla Terra alla Tavola” ideato dalla giovane socia Sabrina Dominguez. 

Proprio in questi giorni ci è stato comunicato che il nostro progetto è stato selezionato fra i primi 10/20 in tutta la Sicilia e siamo stati pertanto invitati a partecipare ad un seminario di 3 giorni incentrato sulle politiche giovanili in Sicilia dal 10 al 13 Ottobre, dove esporremo il nostro progetto dinanzi a un centinaio di giovani e amministratori locali siciliani.

Nel progetto da noi sviluppato abbiamo immaginato un centro sulla nostra isola di autosufficienza alimentare: un percorso multidisciplinare tra agricoltura, salute, alimentazione e cucina. Il progetto, che abbiamo in mente, intitolato “Dalla terra alla tavola” prevederà la gestione di un appezzamento di terra, dove i giovani panteschi possano imparare le tecniche agricole sotto la guida di esperti, a fronte anche del prezioso riconoscimento Unesco per la pratica agricola della vite ad alberello e della recente istituzione del Parco Nazionale. Conseguentemente si terranno delle lezioni di approfondimento scientifico sulle proprietà salutari dei prodotti e infine delle lezioni pratiche di cucina degli stessi. Gli obbiettivi che ci siamo prefissati  sono:

Valorizzazione dei prodotti locali e recupero dell’autosufficienza alimentare dell’isola

  • Miglioramento economico
  • Tramandare le tecniche di coltivazioni e le tradizioni agricole alle future generazioni.
  • Riavvicinamento dei giovani alla terra e quindi all’agricoltura.
  • Miglioramento ecologico (ambiente e salute della popolazione)
  • Crescita culturale
  • Arricchimento dell’offerta turistica
    Aumento occupazionaleVi terremo informati sul prosieguo dell’iniziativa.

Restiamo in contatto

 

Condividi: