Lampedusa: Un anno dopo il naufragio

renzi scrive al sindaco

Avevo scritto questo articolo un anno fa, quando 366 morti riempivano il nostro Mare.
Cosa è cambiato da allora?
Intanto oggi a Lampedusa approdano per commemorare tale strage il presidente della Camera, Laura Boldrini, il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, i ministri Federica Mogherini e Angelino Alfano.

5-0ttobre 2013

Sono appena passati due giorni dalla strage di Lampedusa e ancora il mare non ha restituito tutti i corpi. Le vittime saranno circa un duecento. Ecco cosa rimane di quei corpi. Un semplice numero che sostituisce i 200 nomi di quelle persone che nella “maledetta traversata” hanno perso la vita. Ancora una volta gli abitanti di Lampedusa hanno manifestato la propria solidarietà e lo stesso disappunto contro lo Stato e l’Europa. Molte le parole di cordoglio dalle più grandi cariche italiane e Europee.
<<Spero che l’Unione Europea si renda conto che questo non è un dramma italiano ma europeo». Lo ha detto il ministro dell’Interno e vicepremier Angelino Alfano.
«È una strage tremenda. Una tragedia che provoca un dolore infinito. Un’emergenza umanitaria che va ben oltre i confini del nostro Paese». Lo afferma il presidente dei senatori del Pd Luigi Zanda.
(Clicca qui) per continuare a leggere l’articolo

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *