Mentre l’Italia perde, Pantelleria va a fuoco

lutto

Sono le 18.00 in punto quando l’arbitro fischia l’inizio della partita Italia-Uruguay e sono sempre le 18.00 quando gli organi di stampa fanno sapere che a Pantelleria è scoppiato un incendio “importante” presso la zona di Monte Gibele. Un incendio indomabile tanto da richiedere, almeno così riporta la stampa, l’intervento dei Canadair.Leggi qui. Per 90 minuti i cittadini panteschi stanno con un orecchio ad ascoltare quello che doveva essere il trionfo dell’Italia, con l’altro a cercare notizie riguardo le conseguenze dell’incendio, che nel frattempo non si riusciva a spegnere. E’  l’80° minuto quando Godin mette fine alle speranze dell’Italia, che intanto è rimasta in dieci uomini per l’espulsione di Marchisio e con un Chiellini addolorante per un morso ricevuto alla spalla dall’Uruguaiano Suarez. Saranno i 15 minuti più lunghi del mondiale per i tifosi da casa, soprattutto per quelli panteschi. Al 95° gli azzurri di Prandelli scrivono la parola fine alla loro esperienza brasiliana, per la gioia degli uruguaiani: l’Italia perde il mondiale senza neppure entrare nel vivo della competizione,Pantelleria di contro oggi perde parte del suo verde.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *