MILAN JUVE E ROMA IN TESTA, INTER DI NUOVO A VALANGA

milan

Inauguriamo la nostra rubrica “Seria A” , che vi farà compagnia per tutta la stagione, con il primo articolo di Marco Petrillo 

Dopo la pausa per le nazionali torna la serie A. La seconda giornata si apre con l’anticipo pomeridiano del Sabato e vede la Roma affrontare al Castellani l’Empoli. Partita più difficile di quanto si fosse pronosticato, visto l’ampio turnover fatto da Garcia in vista dell’impegno di Champions: la Roma passa all’ultimo minuto del primo tempo grazie ad un tiro da fuori di Nainggolan che colpisce prima il palo, poi la schiena dello sfortunato portiere dell’Empoli che sigla così l’autogol del definitivo 0-1. L’anticipo serale tra Juventus e Udinese si è concluso 2-0 (Tevez, Marchisio). I torinesi, come da pronostico, impongono il loro gioco concedendo poche occasioni alla squadra di Stramaccioni che non riesce nell’impresa di espugnare lo Stadium come due stagioni fa con l’Inter. Nella giornata di Domenica la Samp batte 2-0 il Torino nell’anticipo dell’ora di pranzo, reti di Gabbiadini su punizione nel primo tempo e di Okaka nel secondo. Nel pomeriggio una partita su tutte ha spiccato: Inter-Sassuolo. La squadra di Mazzarri è riuscita a battere per il secondo anno di fila 7-0 il Sassuolo, reti di Icardi(3) Osvaldo(2) Kovacic e Guarin. Nelle altre partite pomeridiane l’Atalanta batte il Cagliari di Zeman 1-2, reti di Estigarribia e Boakye per i bergamaschi, Cossu su rigore a fine partita per i sardi; la Fiorentina spreca molte occasioni da goal grazie ad un’ottima prestazione del portiere avversario e pareggia 0-0 in casa con il Genoa; la

Lazio passeggia all’Olimpico contro il piccolo Cesena 3-0, reti di Candreva, Parolo e Mauri; il Napoli perde al San Paolo per 0-1 contro il Chievo Verona: la squadra di casa ha l’occasione di passare in vantaggio grazie ad un rigore alla mezz’ora del primo tempo, ma Higuain si fa ipnotizzare da un super Bardi da 8 in pagella. I veneti passano in avvio di ripresa con la rete di Maxi Lopez, goal che scaglia i tifosi napoletani contro il loro presidente, accusato di un mercato insufficiente. Nel posticipo serale il Milan vince a Parma per 4-5, raggiungendo in testa Roma e Juventus. Il tridente con il falso 9 di Inzaghi convince come nella prima di campionato, la difesa no. Gli ospiti passano con il nuovo acquisto Bonaventura, si fanno raggiungere due minuti dopo dalla rete di Cassano, ma siglano le reti dell’1-2 (Honda) e dell’1-3 (Menez su rigore) prima della fine del primo tempo. Nella ripresa Felipe accorcia le distanze per il Parma, De Jong riporta a due reti il vantaggio milanista, Lucarelli al 73° sigla il gol del 3-4, Menez con un bel goal di tacco sembra chiudere la partita all’80°, ma un autogol di De Sciglio al 90°, complice l’infortunio del portiere del Milan al momento del passaggio, da al Parma vane speranze di rimonta nei minuti di recupero. Nel “Monday night” il Verona vince in rimonta 2-1 contro il Palermo. I siciliani passano al 20° con il goal di Vazquez, ma a fine primo tempo si fanno pareggiare dall’ex Toni su rigore. I veneti riescono a rimontare all’80° grazie ad un autogol di Pisano. Conoscendo Zamparini, esonero in vista per Iachini dopo due partite senza vittoria?

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *