Rifiuti: ottenere biometano da organico. Un modello per le isole minori

biometano

E’ stata presentata Marsala una novità ecosostenibile nel trattamento dei rifiuti organici casalinghi e nella produzione di energia ecocompatibile. Presso le Cantine Bianchi di Marsala, Mario Ragusa dell’Irvo (Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia) ha presentato all’assessore regionale ai Rifiuti Alberto Pierobon il biodigestore casalingo Homebiogas 2.0.

A differenza delle compostiere tradizionali, HomeBiogas 2.0 può trasformare in gas e fertilizzante ogni tipo di cibo, dalla carne al pesce, dall’olio ai grassi.

Abbiamo la certezza – dice Mario Ragusa al quotidiano La Sicilia – che questo in Sicilia si può realizzare. In collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria ambientale dell’Università di Enna, stiamo lavorando alla realizzazione di un modulo formato da cinquanta biodigestori casalinghi, con sistema di accumulo del biogas da cento metri cubi e relativo gruppo elettrogeno in assetto cogenerativo da installare, ad esempio, sulle isole come Pantelleria o Lampedusa, dove il problema dei rifiuti rispetto alla terraferma costa dieci volte di più”.

Angelo Casano
Twitter: @angelo.casano

Restiamo in contatto:

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:

PinIt