S.O.S Rifiuti

comune

Riportiamo un comunicato stampa del comune di Pantelleria e vi invitiamo a leggere anche un altro articolo scritto dalla nostra consigliere della associazione Samuela Guida. clicca qui

Il servizio di raccolta funziona ma le discariche abusive prolificano in maniera incivile.

I RIFIUTI DANNO I NUMERI: TONNELLATE DI IMMONDIZIA RACCOLTA NELL’ISOLA DAGLI OPERAI COMUNALI OLTRE IL SERVIZIO GESTITO DALL’AGESP

Il servizio di raccolta rifiuti è continuato con la vecchia gestione durante il primo semestre del 2014 in attesa della partenza, in autunno, del nuovo servizio di gestione integrata dei rifiuti solidi urbani, appaltato all’Agesp con relativa gara, per un importo complessivo di € 5.912.272,10. E’ continuato anche, da parte del Comune, il servizio di raccolta rifiuti ingombranti a domicilio, attivabile con una telefonata ai seguenti numeri 0923.605011 e 800.219.724. unitamente alla bonifica delle discariche abusive e alla raccolta dei rifiuti abbandonati fuori cassonetto. Questi ultimi servizi sono gestiti direttamente dal Comune di Pantelleria con proprio personale che conferisce direttamente al centro Comunale di Raccolta in Via Santa Croce. La raccolta porta a porta e lo svuotamento dei cassonetti stradali è invece gestita dall’AGESP

Si riportano di seguito i dati della raccolta rifiuti realizzata dal Comune di Pantelleria relativa all’anno 2013 e al primo quadrimestre del 2014. I valori sono espressi in tonnellate.

RIFIUTI INGOMBRANTI CONFERITI AL CCR:

– metallo 88,380 tonnellate
– penumatici 26,380 tonnellate
– legno 105,100 tonnellate
– Ingombranti 41,940 tonnellate (materassi, divani..)
– plastica 29,900 tonnellate

RIFIUTI RAEE CONFERITI AL CCR:

– elettrodomestici 51,860 tonnellate
– frigoriferi e condizionatori 29,200 tonnellate
– monitor, tv, computer… 21,140 tonnellate
– batterie di automezzi 8,924 tonnellate

Alcune considerazioni sono d’obbligo:
Le tonnellate di pneumatici portate al Centro Comunale non comprendono quelli ritirati dal Consorzio presso gommisti autorizzati perchè seguono uno specifico percorso di smaltimento. Infatti nel costo pagato dall’utente per l’acquisto di pneumatici nuovi è compresa anche la spesa dello smaltimento, il cui obbligo rimane in carico all’officina che esegue il lavoro di sostituzione. Le 26,380 tonnellate che ci ritroviamo al Centro Comunale sono state raccolte in giro per l’isola nei luoghi dove cittadini “onesti e rispettosi dell’ambiente” le hanno abbandonate facendo in modo che il costo dello smaltimento venga puntualmente ripartito fra tutti i cittadini panteschi e i turisti proprietari di casa che pagano regolarmente la Tassa rifiuti. Altra considerazione va fatta sugli elettrodomestici, come lavatrici, frigoriferi, cucine, forni ecc, che dovrebbero essere ritirati dai rivenditori qualora si acquisti presso di loro il pezzo nuovo, e questo vale anche per gli acquisti on line nonostante ben si sappia che non tutti rispettano la normativa. Va detto, non ultimo, che gli operai comunali potrebbero essere impegnati in altri lavoro utile all’isola se non dovessero rincorrere materassi abbandonati, parabole volanti, poltrone collocate in salotti all’aperto muniti di tutti i confort: frigoriferi, lavabo, water, bidè e qualche serramento che dopo piccole aggiustatine potrebbe anche riparare dai venti bizzarri che portano spazzatura ovunque.
Si tratta di regole che esistono ma che non vengono rispettate, di regole ed ordinanze minuziosamente scritte ma che nessuno fa rispettare, di senso civico ormai considerato categoria non più di moda. Eppure a parole tutti amiamo la nostra isola e la consideriamo un dono speciale della natura….. che giustamente si ribella e lentamente se ne riappropria.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo:

PinIt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *