Salva la storica biblioteca Fardelliana di Trapani.

fardelliana

Di Angelo Casano per la rubrica “uno sguardo fuori la finestra”

Nei mesi scorsi avevo scritto della biblioteca Fardelliana (George Clonney e Agorà stessa visione dell’arte)come una probabile ed ennesima vittima dei soliti tagli alla cultura.
I tagli ai beni culturali, drasticamente passati dai sei milioni e mezzo di euro del 2012 ad un milione e seicentomila nel 2013,  rischiavano di far chiudere la storica biblioteca trapanese.

Ieri con grande gioia invece abbiamo appreso la notizia che l’amministrazione Damiano, nel Bilancio di previsione che il primo dicembre approderà in aula, ha previsto 460 mila euro per la gestione della biblioteca. 

Complimenti all’amministrazione Damiano dunque.

Non possiamo rilanciare un paese chiudendo biblioteche, musei, scuole. In tempi di crisi spendere per cultura, per la scuola e per l’Università non è uno spreco, ma un investimento, uno stimolo alla ripresa. Le riduzione di spese per la cultura italiana “sono stati il frutto di scelte politiche, non di qualche manovra contabile”.
Che si debba ridurre il debito, può essere una necessità oggettiva. Dove fare i tagli, no: è una decisione politica miope e sbagliata.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *